Comune Cavezzo
Amministrazione Trasparente
URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico
Biblioteca Comunale
Speciale Scuola
Polizia Municipale
Protezione Civile
Servizio Civile Nazionale
Associazione Comuni Modenesi Area Nord
Associazioni
SMS Traffic
Iscriviti alla newsletter del Comune di Cavezzo

Norme per gli allevamenti avicoli rurali
Autore:Cinzia Ghelfi - Ultimo Aggiornamento:31/03/2006 9.39.50 Stampa Documento


polli.jpg

Tutti gli allevamenti avicoli devono:

1) registrarsi presso il Servizio Veterinario dell’Ausl compresi gli allevamenti rurali che allevano per autoconsumo. Sono considerati allevamenti rurali per autoconsumo quelli con un numero di capi non superiore a 250 e che effettivamente allevano volatili per le proprie esigenze. Se il numero di animali è superiore a 250 unità gli allevamenti debbono anche essere identificati dal Servizio Veterinario con codice aziendale ai snesi del DPR 317/96 e inseriti in Banda Dati Nazionale (BDN);
2) pulire e disinfettare i locali e le attrezzature;
3) tenere il pollame domestico esclusivamente nei locali di allevamento o in ambienti opportunamente individuati e recintati;
4) abbeverare e alimentare gli animali al chiuso o sotto una copertura per scoraggiare la sosta di selvatici;
5) impedire l’accesso a laghetti e specchi d’acqua;
6) l’acqua di abbeverata non deve provenire da serbatoi di superficie cui abbiano accesso i volatili selvatici;
7) eventuali serbatoi d’acqua all’aperto necessari per allevamenti di pollame  per il loro benessere, debbono essere protetti dall’accesso di uccelli acquatici selvatici.

Per la registrazione degli allevamenti avicoli siti nel territorio del Comune di Cavezzo ci si può rivolgere:

- al SERVIZIO VETERINARIO AUSL, Via Smerieri n. 1/3 Mirandola tel. 0535/602800
- all’UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO, via 1° Maggio n. 1 Cavezzo tel. 0535/49850

Un’eventuale moria (più del 30% degli animali presenti nel pollaio) deve essere segnalata al Servizio Veterinario AUSL (tel. 0535/602800) o, in alternativa, i soggetti deceduti possono essere consegnati alla sezione locali dell’Istituto Zooprofilattico (via Diena n. 16, tel. 059/453511) avendo cura di raccogliere gli animali indossando guanti di gomma e di riporli in un sacchetto di plastica pulito.

Si informa peraltro che il personale del Servizio Veterinario AUSL e dei Comuni, incaricato di effettuare dei controlli sull’applicazione delle misure sopraelencate, ha avviato uno specifico programma di sopralluoghi.

 

Documenti da Scaricare:


Per maggiori informazioni rivolgiti a:

Note legali - Privacy - Elenco siti tematici