Comune Cavezzo
Amministrazione Trasparente
URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico
Biblioteca Comunale
Speciale Scuola
Polizia Municipale
Protezione Civile
Servizio Civile Nazionale
Associazione Comuni Modenesi Area Nord
Associazioni
SMS Traffic
Iscriviti alla newsletter del Comune di Cavezzo

Concerto dei Violini di Santa Vittoria il I° Maggio
Autore:Ufficio Cultura - Ultimo Aggiornamento:24/04/2007 13.00.14 Stampa Documento


violini di santa vittoria.jpg Martedì 1° maggio 2007, ore 17
I VIOLINI DI SANTA VITTORIA
Si esibiscono nel "Concerto Bagnoli"
a San Possidonio, Piazza Andreoli
(in caso di maltempo Teatro Varini)
La tradizione dei ‘cento violini’ è la massima tradizione musicale tuttora documentata in tutta la provincia di Reggio Emilia. Qui, in queste terre, tra le province di Reggio, Parma e Mantova si sviluppò un movimento musicale che diede origine già all’inizio del XIX secolo a quelle musiche che oggi noi conosciamo sotto il nome di ballo liscio.
I Violini di Santa Vittoria ripropongono queste musiche dopo un lungo lavoro di ricerca e ne testimoniano la tradizione nel mondo.
Concerto Bagnoli vede la luce dopo uno studio lungo ed accurato sulle tracce di una musica ormai dimenticata, che rappresenta la progenitrice dell’attuale liscio, nel segno della festa e del divertimento. Ascoltare questa musica fa un effetto molto simile a quello che probabilmente provammo guardando il film “Novecento” di Bertolucci. Affiorano dai brani del “Concerto Bagnoli” la civiltà contadina ed i suoi ritmi. Queste musiche venivano composte ed eseguite da intere famiglie di musicisti: i Bagnoli erano una famiglia interamente dedicata alla musica, sebbene fossero sarti, braccianti e minatori in Alsazia.
L’ensemble, che nasce nel 1999 insieme con l’avvio della ricerca sulla tradizione dei violini di Santa Vittoria, è composto da tre violini, una viola ed un contrabbasso:
Massimo Barba primo violino
Orfeo Bossini secondo violino
Roberto Mattioli terzo violino
Luigi Andreoli viola
Giovanni Scorcioni contrabbasso
Tale formazione è una caratteristica precipua degli organici sanvittoriesi dalla sonorità unica ed inusuale. La musica che viene eseguita è tutta originale ed inedita. Le partiture utilizzate sono degli anni 30-50 del XX secolo, ed alcune di esse anteriori anche ai primi dell’Ottocento. Le musiche sono soprattutto valzer, mazurche, polke. Sono stati inseriti alcuni tango e one step, testimonianza del gusto musicale dell’epoca. La ricostruzione storica di queste musiche non è solo su base strettamente filologica. Il tentativo è piuttosto quello di ridare vita a musiche ormai dimenticate, mantenendo inalterata la loro musicalità e la loro funzionalità, ovvero il ballo.
Tra le numerose partecipazioni: Festival Mundus e I Teatri di Reggio Emilia (1999), Per Te - Bologna 2000 (2000), Genova Porto Antico (2002), Sconfinando- Sarzana, Sentieri Acustici e Stagione concertistica Sala Bossi-Bologna (2003). Nel luglio 2003 è iniziata una importante collaborazione con la cantante Lucilla Galeazzi. Del 2002 è il loro primo CD (Concerto Bagnoli), del 2001 la partecipazione all’incisione del cd di Massimo Ranieri Oggi e Dimane. Dal 2002 sono parte fondamentale del progetto “Melodie dei Sapori”, percorsi sensoriali tra cibo e musica della provincia reggiana. Attraverso queste attività sono stati in Germania, Francia e USA. Del 2004 il loro secondo cd, Kragujevac nell’Emilia, registrato insieme ad un gruppo serbo. Nel dicembre 2003 hanno realizzato in collaborazione con ERT e Teatro Asioli di Correggio uno spettacolo teatrale sulla tradizione dei violini di Santa Vittoria.
 


Per maggiori informazioni rivolgiti a:

Note legali - Privacy - Elenco siti tematici