Comune Cavezzo
Amministrazione Trasparente
URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico
Biblioteca Comunale
Speciale Scuola
Polizia Municipale
Protezione Civile
Servizio Civile Nazionale
Associazione Comuni Modenesi Area Nord
Associazioni
SMS Traffic
Iscriviti alla newsletter del Comune di Cavezzo

Lavori sugli argini: il piano da 15 milioni di euro
Autore:Amministratore - Ultimo Aggiornamento:22/11/2014 15.51.31 Stampa Documento


Estate 2014 - Lavori argini via Bozzala.jpg

Ha avuto inizio nella prima settimana di luglio una buona parte degli interventi estivi di messa in sicurezza degli argini Secchia e Panaro e sul reticolo dei canali danneggiati dall'alluvione del gennaio 2014.

I lavori sono stati eseguiti da AIPo (Agenzia Interregionale per il fiume Po), dal Servizio tecnico di bacino della Regione e dal Consorzio della bonifica Burana nell'ambito del piano di interventi previsti nell'ordinanza del commissario Vasco Errani, che prevede un investimento complessivo di oltre 15 milioni e 650 mila euro (finanziato dal decreto convertito nei giorni scorsi) per realizzare 52 interventi tutti entro il mese di luglio.

Il cronoprogramma dei lavori è stato individuato dallo staff tecnico, composto da Regione, Province di Modena e Bologna, AIPo e Consorzi di bonifica, costituito nella sede del Centro unificato provinciale della Protezione civile a Marzaglia di Modena con il coordinamento di Rita Nicolini, responsabile della Protezione civile della Provincia di Modena, e la collaborazione dell'Agenzia regionale di Protezione civile.

L'obiettivo del piano è di risolvere tutte le situazione critiche rilevate sui fiumi e il reticolo minore, soprattutto quello danneggiato dall'alluvione.

Sono stati previsti interventi su tutte le filtrazioni rilevate sugli argini provocate dalle tane degli animali e per migliorare la stabilità degli argini stessi; inoltre opere straordinarie di sfalcio, la riduzione di piante e arbusti in alveo e sulle arginature, adeguamenti di diverse apparecchiature idrauliche, il ripristino della percorribilità arginale.

Si tratta dunque di uno sforzo straordinario, che si completa prima della prossima stagione invernale.

Tra gli interventi spiccano i lavori dell'AIPo tra Modena, Bomporto e Camposanto sull'argine sinistro del Panaro e su quello destro a Castelfranco Emilia, Nonantola e Ravarino e tra il ponte di Camposanto fino al confine ferrarese.

Partiti anche i lavori sul Secchia in diversi tratti, praticamente di tutti i comuni attraversati, per il ripristino degli argini danneggiati da tane di animali; quest’attività sarà seguita anche da un monitoraggio per verificare la funzionalità degli interventi.

Sono partiti anche i lavori sugli argini del Secchia da Ponte Motta al confine mantovano,  a Bastiglia nella frazione di Cantone, a San Prospero in via Viazza e in via Roma, a Novi a monte di Ponte Pioppa, a Concordia nelle località Santa Caterina e San Giovanni, a Formigine per rimuovere materiale dalla briglia selettiva del Secchia.

Inoltre a Modena il Servizio tecnico di bacino della Regione interviene sul torrente Grizzaga, sul Tiepido e sul Panaro a Spilamberto, San Cesario e Savignano.
Sono stati previsti lavori anche per il ripristino di frane sugli argini del Panaro a monte del ponte di Navicello a Nonantola, a Bomporto e a Finale Emilia.

Nel piano, infine, è previsto un milione di euro per il completamento dell'intervento sulla rottura dell'argine a San Matteo, per il ripristino della sagoma dell'argine nel tratto tra il ponte dell'Alta velocità e il ponte dell'Uccellino e i lavori sulle erosioni spondali lungo il Naviglio, il cavo Minutara e il cavo Argine.

[La foto: Cavezzo, estate 2014, lavori agli argini di via Bozzala]

 


Per maggiori informazioni rivolgiti a:

Note legali - Privacy - Elenco siti tematici