Comune Cavezzo
Amministrazione Trasparente
URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico
Biblioteca Comunale
Speciale Scuola
Polizia Municipale
Protezione Civile
Servizio Civile Nazionale
Associazione Comuni Modenesi Area Nord
Associazioni
SMS Traffic
Iscriviti alla newsletter del Comune di Cavezzo

Combustione controllata dei residui vegetali
Autore:Amministratore - Ultimo Aggiornamento:02/01/2015 12.40.39 Stampa Documento


Si allega il documento completo del “Consorzio Fitosanitario Provinciale di Modena” contenente le indicazioni per la combustione controllata dei residui vegetali.

Qui di seguito si riporta un estratto del documento:

  • la combustione deve avvenire dove possibile ad almeno 100 (cento) metri o nel punto più distante da edifici di terzi e strade, limitando quanto più possibile la dispersione di fumo o ricaduta di fuliggine;
  • non si possono accendere fuochi per la combustione di residui vegetali entro una fascia di 100 (cento) metri da ferrovie, e da vie di comunicazione e nelle vicinanze di linee aeree (es. elettriche e telefoniche);
  • gli abbruciamenti in aree agricole adiacenti a boschi dovranno essere fatti ad una distanza minima di 200 (duecento) metri da questi ultimi e prevedere comunque la realizzazione della fascia parafuoco che circoscriva il sito;
  • la combustione deve essere effettuata, avendo cura di isolare l’intera zona di combustione tramite una fascia circostante libera da residui vegetali di almeno cinque metri e di limitare l’altezza ed il fronte dell’abbruciamento;
  • durante tutte le fasi dell’attività e fino all'avvenuto spegnimento del fuoco deve essere assicurata la costante vigilanza da parte del produttore o del conduttore del fondo o di persona di sua fiducia ed è vietato abbandonare la zona fino alla completa estinzione di focolai e braci;
  • l’operazione deve svolgersi nelle giornate in assenza di forte vento, e nella fascia oraria diurna (compresa tra il sorgere del sole e fino al tramonto);
  • qualora nel corso della combustione sopravvenga vento o altre condizioni di pericolosità che possano facilitare la propagazione delle fiamme o situazioni di pericolo, il fuoco dovrà essere immediatamente spento;
  • le operazioni di abbruciamento dei residui vegetali e di spegnimento delle braci devono comunque concludersi prima del calar del sole e comunque in condizioni di buona visibilità;
  • è assolutamente vietata la combustione di materiali o sostanze diversi dagli scarti vegetali (rifiuti in genere);
  • le ceneri derivanti dalla combustione del materiale vegetale sono recuperate per la distribuzione sul terreno a fini nutritivi o ammendanti.

Prima di procedere con l’accensione di qualsiasi fuoco, si raccomanda di verificare presso l’Ufficio competente del proprio Comune l’esistenza di possibili restrizioni o vincoli rispetto a quanto elencato.

 

Documenti da Scaricare:


Per maggiori informazioni rivolgiti a:

Note legali - Privacy - Elenco siti tematici