Telefono: 0535-49850     Fax: 0535-49840     Email: comunecavezzo@cert.comune.cavezzo.mo.it    

Conseguimento dell’abilitazione all’uso di gas tossici

Commercio, artigianato, imprese e agricoltura, Lavoro, Procedure    16/02/2007
Stampa

Requisiti

Il richiedente deve essere in possesso della licenza di Scuola Media Inferiore (o di altro titolo di studio superiore).

La richiesta di essere  ammesso a sostenere l’esame di abilitazione  va presentata in carta bollata all’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Cavezzo e deve contenere le seguenti indicazioni:

-generalità complete del richiedente (cognome e nome, data e luogo di nascita, residenza ed eventuale domicilio) rese con autocertificazione ai sensi del DPR n° 445/2000;

-recapito telefonico;

-codice fiscale;

-indicazione del o dei  gas per cui viene richiesta l’abilitazione;

-dichiarazione di non aver riportato condanne penali né di avere procedimenti in corso;

-dichiarazione di avvenuto compimento degli studi obbligatori e indicazione del titolo di studio conseguito precisando anno di conseguimento e scuola o istituto;

 

Alla domanda vanno allegate due foto tessera uguali e recenti, firmate dal richiedente  di cui una autenticata.

 

I candidati ammessi dovranno sostenere un esame  che avrà luogo a Bologna. Il candidato dovrà dimostrare di possedere una sufficiente conoscenza delle modalità relative alla manipolazione ed all’utilizzazione dei gas tossici nonché delle norme cautelative con speciale riguardo all’impiego di maschere e di altri mezzi di protezione .Gli esami verteranno anche sul regolamento di cui al Regio Decreto  n° 147 del 09.01.1927

 

Scadenze

Annualmente si tengono due sessioni di esami. A febbraio/marzo di ogni anno deve presentare domanda chi intende partecipare alla sessione primaverile (che si tiene in aprile/maggio). Ad agosto/settembre deve presentare domanda chi intende partecipare alla sessione autunnale (che si tiene in ottobre/novembre).

 

La patente di abilitazione deve essere revisionata ogni 5 anni e deve essere restituita al Comune in caso di cessazione dell’utilizzo.

 

Il titolare di patente è tenuto a comunicare al Comune ogni successiva variazione di residenza.      

Torna all'inizio dei contenuti