Telefono: 0535-49850     Fax: 0535-49840     Email: comunecavezzo@cert.comune.cavezzo.mo.it    

Imposta municipale propria (IMU) 2020

Procedure, Tasse e tributi    10/12/2020
Stampa

Imposta municipale propria IMU 2020

Con delibera di Consiglio n. 22 del 15 maggio 2020 sono state approvate le aliquote Imu per l’anno 2020.
Con delibera di Giunta Comunale n. 35 del 30 aprile 2020 sono stati approvati i valori venali di riferimento per le aree fabbricabili.
Disposizioni per il versamento dell’acconto e saldo IMU 2020 legate alla pandemia COVID-19
ACCONTO
L’art. 177 del D.L. 34/ 2020 “Esenzioni dall’imposta municipale propria-IMU per il settore turistico” (Decreto Rilancio) convertito con la Legge 17/05/2020 n. 77, ha disposto l’esenzione della rata di acconto IMU, relativa a:
1) immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché’ immobili degli stabilimenti termali;
2) immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate;
3) Immobili rientranti nella categoria catastale D in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di eventi fieristici o manifestazioni.
Il Dipartimento delle finanze, con FAQ del 7 dicembre 2020, ha precisato che, con riferimento alle locazioni brevi, affittacamere e simili, l’attività deve essere svolta in forma imprenditoriale.
SALDO
L’art. 78 del D.L. 104 del 14/08/2020, “Esenzioni dall’imposta municipale propria per i settori del turismo e dello spettacolo” (Decreto Agosto) convertito con modificazioni dalla L. n. 126 del 13/10/2020, in vigore dal 14/10/2020, ha previsto anche l’esenzione per la rata di saldo, con riferimento alle casistiche di cui al D.L. n. 34, specificando che l’esenzione si applica anche alle pertinenze dei D/2, ed ampliando ulteriormente la casistica dei soggetti esentati dal saldo. In particolare, sono esentate le seguenti nuove categorie:
1) immobili rientranti nella categoria catastale D/3 destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate. Tali attività sono esentate dal pagamento dell’IMU anche per gli anni 2021 e 2022;
2) immobili destinati a discoteche, sale da ballo, night-club e simili, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.
L’art. 9 del D.L. 137 del 28/10/2020 (Ristori 1), ha esentato dal saldo IMU gli immobili e relative pertinenze nei quali sono esercitate le attività identificate dai codici ATECO di cui all’allegato al D.L., consultabile al link Codici Ateco.
Con l’art. 5 del D.L. 149 del 09/11/2020 (ristori 2) e l’art. 1 del D.L. 154 del 23/11/2020 (Ristori 3), è stata disposta l’esenzione dal saldo IMU per ulteriori attività economiche, ma a condizioni che siano ubicate in Regione con uno scenario di massima gravità (“fascia rossa”), quindi non applicabili al Comune di Cavezzo.
Con ulteriore D.L. 157 del 30/11/2020 (ristori 4) si specifica che l’esenzione IMU si applica solo ai soggetti passivi dell’imposta come individuato dal comma 743 dell’art 1 della legge 24/12/2019 n. 160 (usufruttuari, locatori finanziari, usuari, concessionari) che siano anche gestori delle attività economiche indicate nelle precedenti disposizioni.

decreto_legge_ristori_2-1

Torna all'inizio dei contenuti